Passaggio di Proprietà

 

Quando si decide di acquistare un’auto usata,  generalmente non tutti conoscono alla perfezione i passi per effettuare il Passaggio di Proprietà.  Ecco una rapida guida che può sciogliere più di qualche dubbio.

Dove si effettua il Passaggio di Proprietà di un veicolo?

Ci si può rivolgere ad un’Agenzia di pratiche auto che svolgerà tutte le pratiche più tortuose, ma  di conseguenza aggiungerà al costo burocratico della pratica anche quello del servizio offerto, oppure si può gestire il Passaggio di Proprietà in completa autonomia.

La Visura

Prima di acquistare  un veicolo, sicuramente è consigliabile verificare l’eventuale presenza di ipoteche, fermi amministrativi o altri vincoli sul mezzo.

Si può fare ciò rivolgendosi ad un’Agenzia di pratiche auto, oppure è possibile consultare direttamente gli archivi del (PRA) Pubblico Registro Automobilistico: questi archivi sono accessibili a tutti tramite internet, ma anche recandosi presso i relativi uffici presenti sul territorio, fornendo la targa ed il proprio codice fiscale.

Quali documenti servono per il Passaggio di Proprietà?

L’elenco di tutti i documenti disponibili è facilmente reperibile presso le delegazioni o direttamente sul sito istituzionale ACI. In ogni caso, oltre ai moduli specifici che si possono ritirare in agenzia o scaricare dal sito, è comunque opportuno munirsi di:

  • Certificato di Proprietà: questo documento funge infatti da dichiarazione di vendita (è qui che viene autenticata la firma) e anche da nota di presentazione allo sportello.
  • Carta di Circolazione
  • Documento di identità valido dell’acquirente e, solo se l’acquirente è un cittadino extracomunitario, il Permesso di Soggiorno.
  • Codice fiscale dell’acquirente

Con il Certificato di Proprietà è tutto più semplice

L’Atto di Vendita è infatti presente sul retro del Certificato di Proprietà: per renderlo valido basta compilarlo, autenticare le firme e registrarlo al PRA entro 60 giorni.

La firma può essere autenticata presso gli sportelli delle unità territoriali ACI PRA, i Comuni, i notai, gli Studi di Consulenza Automobilistica abilitati come STA (Sportello Telematico dell’Automobilista) e gli uffici provinciali  della  Motorizzazione Civile.  Va ricordato che presso le unità territoriali ACI PRA il servizio di autentica è gratuito.

Solo recandosi direttamente agli sportelli ACI PRA insieme al venditore è possibile ricevere  immediatamente o il nuovo Certificato di Proprietà digitale (CDPD) o quantomeno una sua valida ricevuta sostitutiva.

Ricorda che: per autenticare la firma bisogna presentare un documento d’identità valido e pagare la marca da bollo richiesta (spesa di poco inferiore a 20€).

Quanto costa il Passaggio di Proprietà?

Il Passaggio di Proprietà ha un costo variabile a seconda del tipo di veicolo e della provincia di residenza del venditore.

Sono previsti per legge i pagamenti di: Imposta Provinciale di Trascrizione, Emolumenti ACI, Imposta di bollo per registrazione al PRA, Diritti DT  (Motorizzazione Civile), Imposta di bollo per aggiornamento Carta di Circolazione.

Un esempio? Per un’auto di media cilindrata nella provincia di Roma si possono tranquillamente sfiorare i  500 euro!

Passaggio di Proprietà e Assicurazione Auto: cosa bisogna fare?

Si parte da un presupposto importantissimo: se il veicolo è assicurato o è da assicurare, ogni Passaggio di Proprietà va sempre comunicato al più presto alla compagnia assicurativa.

Il veicolo venduto era assicurato?

È importante chiamare subito la propria compagnia per scegliere cosa fare: annullare la polizza ottenendo il rimborso dei giorni non goduti al netto delle imposte, oppure sospendere la copertura in attesa di comprare un altro veicolo.

È stato acquistato un altro veicolo e quindi bisogna assicurarlo?

Anche in questo caso arriva in soccorso  la compagnia assicurativa, che potrà proporre alcune alternative: il nuovo veicolo può essere assicurato usufruendo dei benefici del Decreto Bersani  se all’interno del tuo nucleo familiare ci sono altri veicoli assicurati; oppure è possibile utilizzare la storia assicurativa del veicolo venduto per assicurare il nuovo, se vengono rispettati degli specifici criteri.

In mancanza di alternative, non resta che assicurare il veicolo per la prima volta partendo dalla Classe di Merito CU 14.

Valuta l'articolo: InsufficienteScarsoSufficienteBuonoOttimo