Auto

Macchine economiche: i migliori modelli sotto i 10.000 Euro

L’auto, che si viva in città o in campagna, è diventata un “oggetto” fondamentale, di cui è proprio difficile fare a meno. Non tutti però possono spendere molto e acquistare l’auto che vorrebbero, per unire all’utile-indispensabile, anche il piacere. E sono costretti (oppure lo fanno per scelta) a ripiegare su un modello economico.

Fortunatamente, oggi le case automobilistiche propongono spesso delle promozioni, che consentono ai clienti di risparmiare, ma vi sono anche macchine economiche, che già di per sé si propongono con un prezzo di listino basso, inferiore ai 10.000€.

Vediamo quali sono i migliori modelli a disposizione in questo segmento allora.

Il marchio low cost per eccellenza: Dacia

Nota per il Suv più economico in assoluto, il Duster, la Dacia si posiziona nei primi posti della classifica delle migliori auto al di sotto dei 10.000€ con più di un modello.

La più economica in assoluto, stando ai prezzi di listino disponibili per il 2018, è la Dacia Sandero SCe Access: si tratta di una piccolina, ma di tutto rispetto, dato che parliamo di 406 cm di lunghezza, con un’ottimizzazione degli spazi interni per portare comodamente fino a quattro adulti e fino a 320 litri nel bagagliaio. Certo, dagli interni non ci si può aspettare il lusso, ma c’è tutto quello che serve. La versione da 900 cc e 75 CV costa 7.450€.

Al secondo posto troviamo una spaziosa monovolume, come la Logan MCV SCe Access da 1.0 litri e 75 CV. Il prezzo è ancora da brividi, dato che arriva a 8.700€ tutto compreso.

La terza Dacia in classifica è la Dokker S&S Access. Qui la cilindrata sale fino a 1.6 litri e i cavalli erogati sono ben 100. A fronte di ciò, il prezzo resta ancora basso: 9.900€ chiavi in mano.

Le piccoline per la città

Tra le city car, non si può non citare la Ford Ka+.

Si tratta di un’auto che percorre le nostre strade da almeno un ventennio; nel frattempo si è evoluta nelle forme, ha aumentato la tecnologia a bordo, ma resta sempre una piccola auto, con cui è facile parcheggiare, con cui si consuma poco e con cui andare anche a fare la spesa (magari non quella mensile, ma quella settimanale sì). Il suo costo? Nella versione 1.2 litri e 70 CV è di 10.000€ tondi, tondi.

Nello stesso segmento di macchine economiche e di piccola dimensione rientra poi a pieno diritto anche la Citroen C1 1.0 VTi Live a 3 porte. Il suo prezzo di listino è di 10.000€.

Non si può proseguire questa classifica senza nemmeno una giapponese. Ecco allora la Suzuki Celerio 1.0 litri a 8.990€.

Soluzioni alternative: il GPL e l’elettrico

Le auto a GPL, a patto di avere un distributore a portata di mano, consentono di risparmiare parecchio sul carburante. Se poi,ci permettono di risparmiare anche all’acquisto, tanto meglio.

Eccoci quindi nuovamente alla Dacia Sandero: accontentandosi del modello base, senza aggiungere alcun accessorio in più, il prezzo di listino è di 9.750€.

Ci sono coloro che proprio non se la sentono di inquinare mentre si spostano per la città, ma al contempo non possono permettersi il lusso di una Tesla e nemmeno di una Nissan Leaf.

La soluzione c’è anche per loro: si tratta della francese Twizy, della Renault. Qualcuno non la considererà sicuramente un’auto, dato che dispone di soli due posti e, per di più, in fila indiana. Ma almeno è dotata di un tetto (a differenza degli scooter) e costa meno della Sandero: 6.900€.