Auto

Come ottenere il preventivo per la RC Auto senza conoscere la targa del veicolo?

La scelta della polizza

Dopo la spesa per il carburante, quella per l’assicurazione dell’auto è sicuramente uno dei costi maggiori di ogni automobilista. Non solo in Italia.

Normale quindi, che chiunque cerchi il maggior numero di informazioni possibili prima di scegliere una compagnia assicurativa: quali condizioni siano poste, quali servizi vengano offerti, quale assistenza in caso di sinistro, che cifre vengano pagate per riparare i danni e per far fronte ad eventuali spese mediche.

Non vi è limite alle domande che ci si può porre al momento di sottoscrivere una polizza, ma quella più rilevante è sicuramente quale sia l’ammontare del premio che si dovrà pagare ogni anno.

Dal numero di targa al preventivo

Il numero di targa è generalmente richiesto per ottener il preventivo.  Ad esso, infatti, sono collegati molti dati fondamentali per poter individuare   la rata annuale che una qualsiasi compagnia assicurativa propone per la polizza auto.

I database cui accedono le forze di polizia, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ACI e anche le compagnie assicurative infatti, partono dal numero di targa per arrivare al tipo di veicolo, alla sua potenza espressa in cavalli, alla tipologia di alimentazione (diesel, benzina, gpl, metano, ibrida, elettrica).  Non è tutto, perché ad ogni targa corrisponde, presso il Pubblico Registro Automobilistico, un proprietario. Ecco quindi che il database si arricchisce anche delle informazioni relative a chi abitualmente conduce il veicolo: nome, cognome, sesso, data di nascita e quindi età, classe di appartenenza Bonus/Malus.

Dalle informazioni su auto e conducente al premio

I dati relativi all’auto e quelli concernenti il proprietario sono tutti elementi fondamentali per poter calcolare il   premio assicurativo. Se infatti un veicolo è alimentato a diesel o se è ibrido o elettrico , per assicurarlo teoricamente non si pagherà la stessa cifra.

Il preventivo assicurazione auto senza targa

Detto questo, se qualcuno è in procinto di acquistare un’auto nuova o usata e vuole sapere quanto spenderà di assicurazione, non conosce di certo il numero di targa (soprattutto nel caso di veicoli non ancora usciti dal concessionario).

Ecco allora che entra in gioco la possibilità di ottenere un preventivo assicurazione auto senza targa, in modo da poter fare una comparazione tra le polizze di due modelli di veicolo differenti.

Il procedimento proposto da diverse compagnie assicurative sarà l’inverso rispetto a quello precedente. Se in un caso, era sufficiente inserire il numero di targa per ottenere, oltre al premio, anche tutte le altre informazioni, ora per ottenere il premio annuale  , sarà necessario inserire tutti gli altri dati.

Nello specifico, le finestre di dialogo di questi portali richiedono la digitazione di:

  • Data della prima immatricolazione;
  • Marca;
  • Modello;
  • Allestimento interno;
  • Eventuale presenza e tipologia di antifurto;
  • Anno di acquisto;
  • Utilizzo principale dell’auto;
  • Riparo notturno (il veicolo sarà parcheggiato in un garage, in un box o lungo la strada pubblica?);
  • Eventuale presenza di un gancio traino.

Nel caso in cui si sia interessati ad un’auto usata, il sistema richiederà anche:

  • Il mese e l’anno di immatricolazione del veicolo;
  • Il numero di km percorsi in un anno.

In un caso e nell’altro, saranno poi necessari i dati relativi al futuro proprietario, come:

  • I dati personali, anche del conducente se diverso dal proprietario;
  • La data di scadenza della polizza auto attualmente sottoscritta;
  • La Classe Unica Bonus/Malus;

Il numero di sinistri effettuati negli ultimi 3 anni;