Auto

Come spostarsi su strade e marciapiedi con lo scooter elettrico?

Superamento delle barriere urbane e sociali

Le carrozzine o scooter elettrici per disabili sono uno strumento di indubbio aiuto per le persone con difficoltà motorie, per circolare in completa autonomia sulla strada.

L’abbattimento delle barriere urbane che ne consegue è un progresso importante, anche sociale, per anziani e disabili, che in questo modo riescono ad ottenere una maggiore libertà di movimento.

Cosa prescrive il Codice della Strada a proposito delle carrozzine elettriche? Lo scooter elettrico può circolare su strada? E se sì, a che condizioni?

Veicolo sì, veicolo no

L’ultima modifica in tema di circolazione su strada di questo tipo di mezzi è arrivata nel 2010, con la legge n° 120, che è andata a modificare direttamente l’articolo 46 del Codice della Strada.

Quello che rileva in proposito è la distinzione tra veicoli e non veicoli.

Nella prima categoria rientrano “tutte le macchine di qualsiasi specie, che circolano su strada guidate dall’uomo”. Se quindi a prima vista lo scooter elettrico potrebbe rientrare nella categoria “veicoli”, è la legge stessa a specificare che “non rientrano nella definizione di veicolo … le macchine per uso di invalidi, rientranti tra gli ausili medici secondo le vigenti disposizioni comunitarie, anche se asservite da motore”.

Una precisazione ulteriore deriva dall’articolo 190 del Codice della Strada che, al comma 7, stabilisce che “le macchine per uso di bambini o di persone invalide, anche se asservite da motore, … possono circolare sulle parti della strada riservate ai pedoni”.

Come i pedoni

A questo punto però è necessario andare a vedere quali siano le modalità previste dalla legge per la circolazione dei pedoni, le quali non sono poi tanto scontate come si potrebbe immaginare.

Secondo il Codice della Strada, quindi, lo scooter elettrico può circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli altri spazi predisposti.

E quando questi spazi fossero ingombri e il passaggio con la carrozzina non fosse possibile?

In questo caso, lo scooter elettrico può circolare sul margine della carreggiata, ma in senso opposto al senso di marcia dei veicoli (questo allo scopo di evitare il più possibile di intralciare il traffico), quindi a sinistra.

Anche al di fuori dei centri urbani, lo scooter elettrico deve occupare la carreggiata opposta al senso di marcia; l’unica eccezione è rappresentata dalle strade extraurbane a senso unico di circolazione, dove la carrozzina deve viaggiare mantenendosi sul lato destro della strada.

Attraversamenti, precedenze e sanzioni

E quando lo scooter debba attraversare la strada?

In questo caso, è necessario usufruire degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi e dei sovrappassaggi.

Nell’eventualità sia necessario attraversare in un punto che disti oltre 100 metri dal primo passaggio riservato utile, lo scooter dovrà attraversare in senso perpendicolare alla carreggiata. In quest’ultimo caso, chi si trovi a condurre la carrozzina (così come il pedone) dovrà evitare di passare dall’altro lato adottando una traiettoria diagonale, dovrà evitare di intralciare il traffico e dovrà dare la precedenza ai veicoli che sopraggiungano.

Esistono ammende per pedoni e scooter elettrici che violino le norme prescritte dal Codice della Strada?

Certo: la sanzione amministrativa prevista può sfiorare anche i 100€!