Tecnologia crescente e cruscotti complessi

Parafrasando un noto modo di dire, “il mondo è bello perché è vario”, si potrebbe sostenere che “le auto sono belle perché varie”. Ad ogni auto, corrispondono linee e dettagli diversi. Allo stesso modo, le plance dei comandi differiscono da un modello all’altro, a volte anche da una versione all’altra dello stesso modello: gli interni mutano, assumendo estetiche sempre più accattivanti, integrando funzionalità e dispositivi sempre più al passo con i tempi.spie mercedes classe a

Se la tecnologia delle auto evolve, le spie del cruscotto si adattano. Da qui l’utilità di aggiornarsi per non farsi trovare impreparati una volta alla guida, ad esempio, di una Mercedes Classe A.

Il cruscotto e le spie della Classe A

La strumentazione della “piccola di Stoccarda” è esposta in maniera piuttosto essenziale, compatta, ma completa.

Le spie della Mercedes Classe A sono suddivise in tre blocchi principali: Nel cerchio di sinistra si trova il tachimetro, mentre in quello di destra il contagiri. All’interno di questi due segnalatori sono presenti vari indicatori (relativi alle luci; alle cinture, ecc.). Tra i due vi è un blocco centrale, con informazioni riguardanti orario, temperatura e km percorsi.

L’indicatore di velocità e le altre spie

Il tachimetro si trova a sinistra del cruscotto: il fondo scala arriva a 260 km/h. L’indicatore del livello del carburante si trova in basso a destra del cerchio più grande, mentre tutte le altre spie sono distribuite nello spazio rimanente, a semicerchio.

Partendo dal basso e risalendo verso l’alto, si incontrano nell’ordine: le spie che indicano anomalie al Programma di Stabilità Elettronica (ESP, obbligatorio sulle auto immatricolate a partire da novembre 2014), all’ABS e all’impianto frenante.

Proseguendo verso l’alto, si ritrovano le spie relative alle luci dell’auto: anabbaglianti, luci di posizione e abbaglianti. Seguono la spia che indica l’attivazione dell’ESP e altre due, una rossa e una gialla, sul freno elettrico di stazionamento.

L’ultima spia è quella che si accende per avvertire di un pericolo, dovuto ad una distanza troppo ravvicinata con altri veicoli rispetto alla velocità di marcia selezionata. In caso ci si avvicini ad una velocità troppo elevata ad un veicolo o ad un ostacolo fermo sul percorso previsto, oltre ad accendersi la spia, si attiva anche un segnale acustico.

Al di fuori del cerchio del tachimetro, vi è un tastino per l’illuminazione degli strumenti.

L’indicatore di giri e le altre spie della Mercedes Classe A

L’indicatore di giri si trova sulla destra: Il fondo scala arriva a 8000 giri/minuto, mentre la zona rossa poco oltre i 6000 giri/minuto.

In basso a destra è posizionato l’indicatore della temperatura del liquido di raffreddamento.

All’interno dello spazio rimanente del contagiri si trovano le spie luminose sull’allacciamento delle cinture di sicurezza e quella relativa al funzionamento dell’airbag.

Vi sono poi la spia che indica anomalie generiche al motore (“diagnosi motore”), quella che informa sullo stato della pressione dei pneumatici e le due relative all’accensione dei fari fendinebbia, anteriori e posteriori.

Qui si colloca, per i motori diesel, la spia di riferimento per il preriscaldamento.

Il display multifunzione

Tra i due cerchi del tachimetro e del contagiri, è posizionato il display multifunzione, suddiviso in tre sezioni: alta, centrale e bassa.

Partendo dall’alto, a sinistra si trova l’indicatore della temperatura esterna, o in alternativa e a scelta del conducente, della velocità. A destra: l’orologio in formato digitale. Agli estremi destro e sinistro, i relativi indicatori di direzione.

Nella sezione centrale, un campo di testo mostra alternativamente i km percorsi, parziali e totali; la funzione “navigatore”, la funzione “audio” e quella “telefono”. Il menù con le voci disponibili scorre immediatamente al di sotto del campo di testo stesso.

Nella parte bassa del display multifunzione, viene mostrata la posizione del cambio (nei modelli con cambio automatico, con le sigle N, R, P, D) e il programma di marcia.

Nel display multifunzione, altre spie della Mercedes Classe A arricchiscono le informazioni per il conducente: il suggerimento di innesto (in caso di modalità di cambio manuale), l’attivazione del sistema di ausilio di parcheggio, le funzioni Tempomat e Speedmat (per la programmazione di una velocità massima), l’attivazione del sistema di assistenza abbaglianti, l’attivazione del sistema Start&Stop, l’attivazione del sistema Hold (per l’assistenza di manovre e partenze in salita).