Assicurare la BMW Serie 1

Dall’anno prossimo, la BMW Serie 1 cambierà, dentro e fuori.

Il 2019 infatti la casa bavarese metterà sul mercato delle versioni completamente rinnovate. A partire dalla trazione, che non sarà più quella tradizionale posteriore, ma esclusivamente anteriore o integrale. Quello che per molti appassionati del marchio potrebbe costituire un vero e proprio choc, per BMW sarà invece l’opportunità di “allungare” l’auto.

La piccola tedesca infatti, grazie a questa modifica, vedrà il proprio passo aumentare, così come l’abitabilità interna. Tra le lamentale dei possessori della Serie 1 infatti, la mancanza di spazio all’interno dell’abitacolo sembra essere una delle più frequenti.

Tornando alle grosse novità, resta da segnalare un altro grande abbandono, quello dei sei cilindri a favore dei 3 o 4, sia benzina che diesel. Si tranquillizzino comunque gli appassionati perché, esteticamente parlando, il fascino della BMW Serie 1 rimarrà invariato, grazie al cofano lungo e al tetto spiovente che caratterizzano anche gli attuali modelli.

Il costo dell’assicurazione per la BMW Serie 1, a parità degli altri parametri, non dovrebbe comunque variare rispetto a quello attuale, in quanto le nuove motorizzazioni produrranno dai 116 CV della versione 1.5 litri ai 231 CV della 2.0 litri.

Un’assicurazione per coprire la tua BMW 320d

La casa bavarese punta molto sulla nuova Serie 3, i cui modelli berlina e touring dovrebbero uscire rispettivamente a fine 2018 e inizio 2019. La speranza è quella di recuperare posizioni nella classifica delle vendite del segmento D, dove si sta facendo sempre più agguerrita la concorrenza, a causa di Audi A4, Alfa Romeo Giulia, Mercedes Classe C e VW Passat.

Come nel caso della “sorellina”, anche la BMW 320d, nota per ora con il nome in codice G20, sarà più lunga di 6 cm rispetto all’attuale ma, grazie ai materiali altoresistenziali e all’alluminio, sarà comunque più leggera di 50 kg. All’interno dell’abitacolo, oltre a trovare molto più spazio (in virtù dell’allungamento del passo), chi si metterà alla guida del nuovo modello della 320d troverà molta più tecnologia, più interfacce e meno pulsanti e uno stile ispirato all’ultimissima Serie 5.

Per quanto riguarda i cavalli, il nuovo tre cilindri dovrebbe generare una potenza di 204 CV (ben 14 in più rispetto alla X3 x Drive 20d).

Un livello superiore: l’assicurazione per la BMW 520d

Abbiamo già citato il curatissimo design interno ed esterno della Serie 5: la prima cosa da citare, parlando di questa berlina, è la lunghezza, dato che ci troviamo di fronte a quasi 5 metri di macchina. Non è tutto, dato che non mancano le forme grintose, le rifiniture e la tecnologia:  l’Integral Active Steering (sistema che consente la sterzatura di tutte e quattro le ruote, per una migliore agilità in curva);  il Driving Assisting Plus, un pacchetto di guida semi autonoma; il sistema multimediale Pro, con display (da 10,25 pollici), che mostra i cartelli stradali in 3D e che consente di utilizzare l’infotainment con comandi gestuali.

Di tutti i modelli della Serie 5, la BMW 520d è la soluzione migliore per chi punti a ridurre i consumi, ma solo nella versione con cambio automatico a 8 marce o nella Efficient Dynamics, che monta gomme specifiche e ha la gestione del cambio ad hoc.

Il mondo dei SUV tedeschi e l’assicurazione per le BMW Serie X

Ed eccoci arrivati al ricchissimo catalogo di SUV della casa bavarese.

Si parte dalla “piccola” X1, realizzata con l’adozione della stessa piattaforma modulare UKL, impiegata per la Serie 1 in uscita l’anno prossimo (di cui abbiamo parlato poco sopra) e che quindi conduce ad una trazione anteriore o integrale, tre cilindri (per il 1.5 litri) o quattro (per il 2.0 litri). I motori sono estremamente scattanti e l’auto risulta particolarmente “muscolosa”, grazie ad una struttura più alta e più corta rispetto alla X1 che l’ha preceduta.

La sua versione sportiva è la BMW X2, con frontale aggressivo, passaruota bombati e posteriore da coupé. I motori sono piuttosto spinti e potenti, anche se la combinazione da preferire per chi faccia sterrato o percorra strade con neve è sicuramente la 18d da 150 CV, con trazione integrale xDrive.

A partire dalla BMW X3, gli abitacoli dei SUV tedeschi diventano veramente spaziosi e confortevoli e le dotazioni di serie estremamente ricche ed articolate, come la regolazione lombare del sedile e una serie di aiuti alla guida. Il consiglio è di preferire la versione xDrive 20d Business Advantage: dotazione di serie, costi di gestione e prestazioni del propulsore sono ottimizzati.

La BMW X4 si fa notare per una linea ancora più accattivante delle precedenti, con forme da coupé, pur mantenendo struttura e misure da vero e proprio SUV; con interni che uniscono l’eleganza e la dimensione sportiva, con motori estremamente performanti, con 353 CV di potenza e 500 Nm di coppia; tecnologia avanzata, grazie al Driving Assistant Plus e connettività garantita.

Dati i cavalli erogati però, il consiglio è quello di cercare un’ottima assicurazione per richiedere un preventivo e sapere quanto spenderai di RC auto.

A partire dal prossimo novembre sarà commercializzata la nuova BMW X5: moltissime le novità. Per non citarne che alcune: le sospensioni a regolazione elettronica, i fari full LED, la trazione integrale xDrive con differenziale elettronico al retrotreno. Per la prima volta, la strumentazione è digitale.

Nella versione xDrive 30d, la nuova X5 si accresce in potenza, arrivando a 265 CV (prima erano 7 in meno) e a 620 Nm; guadagna qualcosina anche in accelerazione, da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi (contro i 6,8 precedenti), nonostante 40 kg di peso in più.

BMW X6 infine è la versione coupé della X5: tutte le versioni sono a trazione integrale e con cambio automatico-sequenziale a 8 rapporti. L’abitacolo è finemente curato, molto spazioso davanti, un po’ di meno dietro: l’accessibilità è relativamente difficile per i passeggeri, così come il bagagliaio è sacrificato dalla linea a spiovente del retro.

Le due ruote tedesche: l’assicurazione e le moto BMW

BMW, tuttavia, è un riferimento non solo nel mondo delle quattro ruote. Numerosissimi sono infatti i fan delle moto della casa bavarese e altrettanti quelli che quotidianamente si avvicinano a questo universo di prestazioni, linee curate e tecnologia.

Si parte dal segmento Sport, quello delle stradali per il puro divertimento di guida, come la R 1200 RS. Chi invece ha nel sangue la strada e ama percorrere migliaia di km ogni stagione, sfoglierà il catalogo alla voce Tour, potentissime e comodissime moto per affrontare i viaggi più lunghi.

Le moto del segmento Roadster uniscono comfort, dinamismo e vocazione touring. Heritage è dedicato a chi cerchi uno stile minimalista, custom e abbia la passione per i motori raffreddati ad aria. E poi le Adventure, il segmento delle enduro stradali, una combinazione perfetta di comfort, robustezza e prestazioni.

BMW non dimentica nemmeno chi vive in città e si sposta prevalentemente in un contesto cittadino: il segmento Urban Mobility dispone di ben 4 “scooteroni”.

Come avere un preventivo di assicurazione per una BMW?

Che si tratti di moto o di auto, per sapere quanto potrà costare la polizza per la tua BMW, inserisci tutti i dati richiesti relativi al mezzo da assicurare, all’assicurato e al conducente.

In pochi click potrai ottenere il preventivo dettagliato. Non dimenticare che puoi personalizzare la tua polizza, inserendo o togliendo le clausole che preferisci tra tutte quelle disponibili: kasko, furto e incendio, eventi naturali, ecc.