Richiedere un preventivo per assicurare la Toyota Yaris

Toyota si fa giustamente un vanto della sua piccolina, da sempre “piccola fuori e grande dentro”. Questo motto, forse abusato agli inizi della Yaris, si dimostra ancora oggi particolarmente veritiero.

Certo, l’auto è omologata per 5, ma oltre il quarto adulto, un quinto starebbe un po’ scomodo. Il bagagliaio invece è piuttosto capiente: ben 286 litri, che crescono a 768 abbassando i sedili posteriori. Questo valore rimane invariato anche nella versione Hybrid, in quanto il pacco batteria è ben posizionato e non ruba spazio.

A proposito di ibrido, la Yaris 1.5 litri unisce due propulsori: un benzina da 75 CV e un elettrico da 61 CV. La loro abbinata (per un totale di 101 CV, dato che la somma dei due non è algebrica) consente di ridurre i consumi. I test effettuati dalle riviste specializzate parlano di 17,7 km al litro, considerati come risultati estremamente buoni per la categoria. La realtà tuttavia sembra ancora migliore, dato che blog e privati automobilisti postano commenti sulle “loro” Yaris Hybrid, con le quali arriverebbero a percorrere anche 26 km con un litro.

Certo, il piede non dovrà essere estremamente pesante sul pedale dell’acceleratore, ma in ogni caso il cambio automatico a variazione continua CVT di serie dà una mano a ridurre i consumi.

Difetti? Ne possiamo elencare un paio. Il primo riguarda lo sprint del motore, minore rispetto a quello della versione precedente; ma si tratta di un problema che riguarda da vicino solo gli amanti di una guida sportiva. Il secondo è invece più rilevante: nonostante il restyling esterno ed interno, la Toyota non ha provveduto ad installare sulla Yaris i dispositivi di sicurezza di ultimissima generazione, gli stessi che invece si trovano sulle concorrenti dello stesso segmento.

Nonostante questo, varrebbe la pena di “farci un pensierino” e di richiedere un preventivo per l’assicurazione della Yaris, che resta comunque, soprattutto nella versione 1.5 Hybrid, un’auto ottima per la città, confortevole e spaziosa dentro, dalle linee accattivanti e sicura, al punto da ottenere una votazione di 5 su 5 al crash test Euro Ncap.

Calcolare l’assicurazione per la Toyota CH-R

Salendo di livello, si arriva al crossover di casa Toyota che ha fatto una scelta audace in quanto a linee, ma che sembra pagare abbastanza bene per il momento. Vista da fuori, la CH-R sembrerebbe quasi un coupé solo leggermente più alto, ma, una volta  dentro, lo spazio non manca, nemmeno con 5 passeggeri a bordo. Quello che viene meno sono da un lato la luminosità nell’abitacolo e, dall’altro, lo spazio nel bagagliaio, veramente poco capiente.

Quanto ai propulsori, ve ne sono tre: il 1.8 produce 98 CV, l’elettrico principale 72 CV e poi il terzo, sempre elettrico, che ha la sola funzione di motorino di avviamento. Per quel che riguarda il bollo, trattandosi di un’ibrida, viene calcolato solo sui 98 CV del benzina; la potenza erogata dalla parte elettrica non è presa in considerazione, mentre nelle regioni italiane più sensibili alle tematiche ambientali è possibile beneficiare dell’esenzione sul bollo (purtroppo, però, si tratta di un vantaggio geograficamente limitato). E per l’assicurazione della Toyota CH-R? Basterà richiedere un preventivo per saperne di più.

Per quello che riguarda la guida, anche con la CH-R come per la Yaris, la sensazione provata è quella di un effetto-scooter durante le accelerazioni più decise, dovuto al cambio automatico, che fa lavorare il motore ad un numero di giri elevati.

Buoni invece i consumi (all’incirca 22 km con un litro) e le dotazioni di sicurezza, come il cruise control adattivo, che mantiene l’auto sufficientemente lontana da quelle che precedono.

Il preventivo per l’assicurazione della Toyota

Piccola cittadina o crossover dalle linee più che moderne, Toyota sembra colpire il cuore degli automobilisti da parecchi anni, in Italia. Le cifre sulle vendite lo dimostrano chiaramente.

Il salto di qualità dell’ibrido, di cui comunque la casa giapponese è al momento la maggiore esponente, non fa che confermare la tendenza: l’auto sostenibile e la guida green sono sempre più al centro delle riflessioni degli italiani.

Se sei in procinto di decidere, chiedi un preventivo per l’assicurazione della tua futura Toyota. Basteranno pochi click e l’inserimento di qualche dato, come la tua data di nascita e il modello del veicolo cui sei interessato, per calcolare il premio da pagare per i prossimi 12 mesi. Se preferisci, poi, seleziona le diverse garanzie disponibili: kasko, furto e incendio, eventi naturali ecc.