Auto

Quali sono le auto più sicure in caso di incidente?

Airbag, cinture di sicurezza, sistemi di aiuto alla frenata, sistemi  antipattinamento, aiuto al mantenimento delle distanze di sicurezza.

Le auto oggi escono di fabbrica con una serie di meccanismi che hanno lo scopo di rendere più agevole, ma soprattutto più sicuro, il tragitto in auto degli automobilisti e dei passeggeri.

A livello internazionale, sono stati stabiliti dei criteri per valutare il livello di sicurezza offerto dalle singole auto: attraverso dei crash test e altri “esami”, i veicoli vengono valutati e viene annualmente stabilita una graduatoria, dove le auto più sicure ricevono 5 stelle, quelle meno sicure 1 stella.

Si tratta degli Euro NCAP, progetto internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove, di cui fa parte, per il nostro Paese, l’Automobile Club d’Italia.

Quali sono, allora, le auto più sicure in caso di incidente, quelle da prendere in considerazione anche in caso di noleggio a lungo termine?

I SUV e i Crossover

Tra i SUV del segmento D, l’auto più sicura in assoluto in caso di incidente è risultata la Volvo XC 60: diffusa sul mercato italiano anche in virtù di un’ampia scelta possibile in termini di motorizzazioni (benzina, turbodiesel e ibrido), ottiene tutte e 5 le stelle disponibili. Nel dettaglio, la Volvo XC 60 raggiunge il 98% per quel che riguarda la protezione degli occupanti adulti, l’87% per la protezione dei bambini, il 76% nei sistemi per evitare l’impatto con i pedoni e il 95% per l’insieme dei sistemi di sicurezza.

Il prodotto migliore nel segmento dei SUV urbani, invece, è rappresentato dal VW T-Roc: il suo modulo di realizzo e i suoi sistemi di sicurezza sono gli stessi della nuova Polo, anche questa al vertice nel relativo segmento. Il T-Roc, disponibile nelle motorizzazioni diesel e benzina, ottiene 5 stelle, con il 96% di protezione degli adulti, l’87% per la salvaguardia dei bambini, il 79% nella protezione dei pedoni e il 71% per gli altri dispositivi di sicurezza.

Le piccolo mono volume

In questo segmento, tra le auto più sicure in caso di incidente troviamo l’Opel Crossland X, che con le sue misure contenute, si fa notare per un enorme bagagliaio e ben sei motorizzazioni. Per la protezione degli occupanti, ottiene un 85% dei voti disponibili, l’84% per la protezione dei bambini, il 62% contro l’impatto con i pedoni e il 57% per la presenza di dispositivi di sicurezza di serie.

Sempre nel segmento C, spunta una “familiare piccola”, la Subaru XV, disponibile nel nostro Paese solo nella versione a trazione integrale e con due motorizzazioni a benzina. La protezione degli adulti è piuttosto buona (94%), non è male quella dei bambini (89%), mentre è piuttosto elevata la salvaguardia dei pedoni (ben 84%); i dispositivi di sicurezza presenti di serie fanno registrare un 68%.

Le “piccole”

Il segmento C, quello delle utilitarie, vede emergere soprattutto le “coreane”.

La Hyundai i30, innanzitutto, in Italia con i suoi 8 modelli differenti (5 benzina e 3 diesel) e con le sue 5 stelle: 88% per la protezione degli occupanti adulti e 84% per la protezione dei bambini. Deve comunque migliorare sul fronte dei dispositivi di sicurezza installati di serie (solo 68%) e soprattutto per la protezione dagli impatti con i pedoni (64%).

Vi è poi la Kia Rio, due motorizzazioni a benzina, una bi-fuel a GPL e un diesel con due livelli di potenza differenti. A livello di test NCAP, ottiene ben 5 stelle, nonostante un deludente 59% per i dispositivi di sicurezza; per il resto ottiene il 93% per la protezione degli adulti, l’84% per la protezione dei bambini e 71% per la protezione dei pedoni.