Non sono di certo veicoli per la gente comune, né per il prezzo, né per le caratteristiche strutturali.

Stiamo parlando delle auto blindate, ovvero di quei veicoli che vengono acquistati ed utilizzati da persone che, per il lavoro che svolgono, per il ruolo che hanno o per il paese del mondo in cui vivono, necessitano di una protezione elevata durante i loro spostamenti.

Politici con incarichi rilevanti (come il Presidente degli Stati Uniti), personaggi di spicco (come gli emiri arabi), imprenditori che temono per la loro incolumità, ma anche eccentrici personaggi dello spettacolo (alcuni rapper statunitensi), sono solo alcune delle categorie di persone che possono o che devono ricorrere a macchine particolarmente sicure.

Scocca, cristalli e pneumatici

Le macchine blindate subiscono una lavorazione particolare che le rende in grado di resistere a ripetuti colpi di arma da fuoco, anche di grosso calibro.

I rinforzi alla scocca avvengono mediante l’inserimento di elementi di protezione sagomati, che riescono ad adattarsi alla scocca stessa, senza diminuire lo spazio interno dell’abitacolo. A questi acciai speciali ad alta resistenza e ai componenti in aramide, si aggiungono i cristalli in policarbonato: da 3 fino a 5 strati di vetro con pellicole plastiche intermedie, mantenendo sempre un’elevata trasparenza del materiale risultante.

Le macchine blindate, poi, montano degli pneumatici anti foratura Runflat, che garantiscono, anche se crivellate di colpi, il mantenimento di una pressione sufficiente affinché il veicolo possa procedere per 80 km ad una velocità di 80 km/h.

Il peso di questi veicoli raddoppia rispetto ad un’auto tradizionale e quindi le parti sensibili, come guarnizioni e giunture, devono adattarsi alla nuova massa: accelerazione, decelerazione, frenata e dissipazione dell’energia devono essere mantenute tali e quali, per garantire prestazioni e sicurezza di guida.

I diversi livelli di blindatura

Non tutti i veicoli security sono identici tra loro; in quanto a caratteristiche e a seconda della norma di certificazione cui ci si riferisca (PM, VR, BR, BSW e HVN), si possono individuare fino a 14 livelli di protezione diversi, individuati dal calibro dell’arma da fuoco (corta o lunga), ai cui colpi si tenta di opporre resistenza.

Ad un livello minimo i cristalli resistono a colpi di spranghe metalliche, pietre e altri materiali inerti. Ai livelli successivi l’auto e i suoi elementi iniziano a sopportare colpi di calibro .22 LR da 10 metri (168 Joule di potenza).

Il livello di protezione della blindatura aumenta poi per resistere ai calibri 357 e .44 Magnum (rispettivamente 1.194 Joule e 1.510 Joule). I livelli superiori garantiscono poi una protezione anche da armi lunghe come il calibro .223 Remington (in dotazione alle forze Nato), il .308 Winchester e il Kalashnikov AK 47 (con potenze variabili, a seconda del caricamento, da 1.805 a 3.289 Joule). Ai livelli più elevati, le macchine blindate resistono a colpi di mitragliatrici pesanti e di cannoncini automatici (26.308 Joule).

Il test per il top della blindatura si effettua, infine, facendo brillare 6 kg di tritolo sotto alle ruote. Infatti la protezione di questi veicoli prevede l’utilizzo di lastre d’acciaio anche nelle zone come il motore, la centralina, il radiatore e la batteria.

I modelli disponibili

Un aspetto interessante è che nonostante queste protezioni, le auto security sono esteticamente identiche a quelle tradizionali.

Le stesse case tedesche Mercedes, BMW e Audi propongono auto blindate con gli stessi comfort delle altre: comodità, acustica, protezione dai raggi solari, funzioni di comando e illuminazione e assistenza alla guida. A tutto ciò si aggiunge spesso un sistema che, tramite la semplice pressione di un tasto, consente di lanciare dei segnali di allarme verso l’esterno (lampeggiamento dei fari e accensione di una sirena).

Mercedes propone la serie Guard, con le classi E, G, M e S e livelli di protezione da VR1 aVR10. BMW è nel mercato delle auto blindate con Serie 7 e X5 Security (da VR4 a VR9), mentre Audi ha lanciato A8 L Security (VR9).