Auto

Come ritrovare un’auto o una moto dopo il furto: guida pratica

Purtroppo non si tratta di un problema che riguarda “solo gli altri”: i ladri non guardano in faccia a nessuno e a tutti può capitare di diventare vittime di un furto d’auto o di moto.

Il furto di auto o moto crea un duplice danno ai proprietari dei veicoli: da un lato quello economico che deriva dalla perdita del bene e dall’altro quello di vedersi privati del mezzo di trasporto all’improvviso. Ecco perché è sempre consigliabile sottoscrivere, insieme all’Assicurazione Auto, anche una polizza Incendio e Furto : è l’unico modo per tutelarsi e beneficiare del risarcimento.

Certamente è più semplice sentir parlare di una moto rubata che di un’auto rubata, nella misura in cui prendere possesso di una due ruote è più facile che impadronirsi di un veicolo: è sufficiente un furgone di grandi dimensioni e la partecipazione di uno o due complici per entrare in possesso di uno scooter o di un motociclo. Tuttavia, anche le auto possono essere rubate.

Come fare allora per tentare di rientrare in possesso della moto rubata o dell’auto rubata?

Prevenire il furto d’auto o moto

La prevenzione è certamente il migliore comportamento da adottare per evitare spiacevoli inconvenienti, come il furto del proprio mezzo a due o quattro ruote. Nonostante non esista una formula magica per proteggere i guidatori da possibili furti, è possibile seguire alcuni semplici consigli.

Ecco come fare per prevenire il furto dell’auto e della moto:

  • Evitare di parcheggiare auto e moto in zone buie, poco o male frequentate o sprovviste di telecamere di sorveglianza;
  • Dotare la moto di sistemi di antifurto, meccanici (catena, lucchetto da apporre sul disco del freno) ed elettronici (antifurto tradizionale, con GPS);
  • Fornire l’auto di un sistema di antifurto sonoro, di blocco della centralina elettronica, con GPS ad esempio;

Assicurare l’auto o la moto contro il furto. ConTe.it, ad esempio, offre tra le garanzie opzionabili, la garanzia Incendio e Furto, che ti permette di proteggere il valore del tuo veicolo grazie al rimborso in caso di furto, totale e parziale, e incendio.

Cosa fare in caso di furto auto o moto?

Se tornando al parcheggio non si trova più il proprio mezzo, sia che si tratti di un’auto, sia che il veicolo sia una moto, è bene assicurarsi che l’auto non si trovi in altre zone del parcheggio stesso.

Nei parcheggi particolarmente grandi, infatti, è facile confondersi e cercare l’auto o la moto nel posto sbagliato: prima di andare nel panico, è necessario cercare di capire se ci si trova nel piano o nel settore corretto. Un altro controllo da fare prima di pensare che la propria auto o moto sia stata rubata è quello del divieto di sosta: se la segnaletica prevede la rimozione forzata, i vigili urbani potrebbero essersi fatti carico loro del mezzo, e questa, per quanto poco “simpatica”, è comunque una spiegazione da preferire a quella del furto.

Appurato che la tua auto o la tua moto sono state oggetto di furto, sarai tu a doverti recare prima di tutto dalle Forze dell’Ordine: è fondamentale denunciare il prima possibile la sottrazione del mezzo, in modo che qualsiasi atto venga commesso con esso (infrazioni stradali, rapine, etc.) non sia imputato a te.

Uno dei motivi per cui moto e auto vengono rubate, infatti, è la necessità di utilizzare il mezzo per azioni criminose. Al momento della denuncia, dovrai comunicare il tipo e il modello del veicolo, il numero di targa e ogni altro dettaglio che possa essere d’aiuto a Polizia e Carabinieri per ritrovare la refurtiva: oltre ad ammaccature, vernici particolari, se ne sei a conoscenza, dovrai indicare anche il numero del telaio.

Lo step immediatamente successivo consiste nella denuncia del furto all’assicurazione: questo ti consentirà di iniziare le pratiche per ottenere il rimborso, se previsto.

Non solo: se la tua auto è dotata di un dispositivo satellitare, sarà possibile risalire alla posizione della tua auto o della tua moto rubata. Queste informazioni aiuteranno te, ma soprattutto Polizia e Carabinieri, a recuperare il mezzo.

Furto auto o moto: utilizzare gli strumenti online

Esiste anche uno strumento online messo a disposizione dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno sul web. È sufficiente inserire il numero di targa o il numero di telaio della moto o dell’auto rubate: i dati vengono confrontati con quelli a disposizione delle Forze dell’Ordine. Questo mezzo è perfetto nel caso si avvisti un mezzo sospetto e si voglia capire se si tratti di un mezzo rubato; allo stesso modo però il portale può essere utile per capire se l’auto che si sta acquistando da un privato sia rubata oppure no.