Revisione 

Che cos’è e dove si effettua la Revisione?

La Revisione di un veicolo è un controllo tecnico periodico che viene effettuato dagli uffici della Motorizzazione Civile o da officine autorizzate. Serve per accertare il buono stato del veicolo, affinché esso possa circolare in totale sicurezza e nel rispetto delle normative anti-inquinamento.

La Revisione è obbligatoria?

Sì, come previsto dall’articolo 80 (denominato per l’appunto Revisioni) del Codice della Strada.
Chiunque circoli con un veicolo che non sia stato presentato alla prescritta revisione è soggetto ad una sanzione amministrativa.

Quando va effettuata la Revisione?

Dipende dalla tipologia del veicolo e dal suo utilizzo. Si possono identificare tre tipi di Revisione.

Revisione Periodica: riguarda tutte le Auto, le Moto, gli Autocaravan (i Camper), gli autoveicoli per trasporto promiscuo ed infine gli autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva non superiore ai 3.500 Kg.
In tutti questi casi la PRIMA Revisione è prevista dopo 4 anni dalla prima immatricolazione,  successivamente  ogni 2 anni.

Revisione Annuale: riguarda tutti i veicoli destinati al trasporto di persone con numero di posti superiore a nove, compreso quello del conducente, le autovetture adibite al servizio taxi, noleggio con conducente,  gli autoveicoli utilizzati per il trasporto di cose ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico superiore a 3.500 Kg, i rimorchi e gli autocaravan di peso complessivo superiore ai 3.500 Kg, gli autobus, le autoambulanze e i veicoli atipici.

Revisione Straordinaria: è un controllo straordinario ordinato dall’Ufficio Dipartimento dei Trasporti Terrestri, disposta a seguito del coinvolgimento del veicolo in un incidente stradale qualora sorgano dubbi sulla sicurezza per la circolazione.

 

Quali parti del veicolo vengono controllate durante la Revisione?

  • dispositivi frenatura (freno a mano, di servizio)
  • sterzo (cuscinetti, fissaggio, stato meccanico)
  • visibilità (vetri, specchietti, lavavetri)
  • impianto elettrico (proiettori, luci, indicatori)
  • assi pneumatici sospensioni
  • telaio (carrozzeria, porte, serrature, serbatoio)
  • effetti nocivi (rumori, gas di scarico)
  • identificazione veicolo (targa, telaio)
  • altri equipaggiamenti (avvisatore acustico, cinture anteriori e posteriori ove sia presente predisposizione)

Le bombole del GPL vanno revisionate?

No, le bombole del GPL non vanno revisionate. È però importante sapere che vanno  sostituite ogni 10 anni dalla prima immatricolazione.

Le bombole del Metano vanno revisionate?

Sì, oltre alla normale Revisione del veicolo in questo caso si aggiunge anche quella delle bombole del Metano.
La Revisione in questo caso dipende dalla tipologia di bombole installate:

  • omologazione secondo la normativa nazionale (DGM): 5 anni dalla prima immatricolazione o installazione impianto;
  • omologazione secondo la norma europea (R110 ECE/ONU): 4 anni dalla prima immatricolazione o installazione impianto;
  • omologazione secondo la norma europea (R110 ECE/ONU) di tipo IV: 4 anni dalla prima immatricolazione o installazione impianto e successivamente 2 anni di volta in volta.

La Revisione delle bombole non prevede costi amministrativi, bisognerà pagare però la manodopera offerta dall’officina autorizzata.
Il consiglio per tutti coloro i quali hanno auto con impianti a metano installati ed omologati direttamente dalla casa costruttrice è quello di far fare la Revisione dell’auto presso un’officina autorizzata sia al controllo delle parti meccaniche che delle bombole di Metano.

 

Quanto costa la Revisione?

Dipende presso quale struttura viene effettuata.
Tramite l’Ufficio della Motorizzazione Civile è sufficiente il pagamento di un apposito bollettino da 45,00 €. Se si opta invece per una delle tante officine autorizzate i costi salgono a circa 65,00 € (il pagamento andrà effettuato direttamente all’officina).

Cosa succede al termine della Revisione?

In base all’esito della Revisione, la Motorizzazione Civile o l’officina autorizzata offriranno all’automobilista dei tagliandini autoadesivi da incollare sulla Carta di Circolazione (il Libretto):

Revisione regolare: controllo superato, “alla prossima!”.

Revisione ripetere:   il controllo non ha dato esito positivo, pertanto si invita il proprietario a ripresentare il veicolo a distanza di un mese. L’auto potrà circolare a patto di aver sistemato i difetti riscontrati durante la Revisione e con al seguito la certificazione dell’officina che ha effettuato gli interventi.

 Sospeso dalla circolazione:   i difetti riscontrati durante la Revisione  sono talmente ingenti da permettere la circolazione solo all’interno della stessa giornata (per recarsi presso un’officina meccanica a una velocità non superiore di 40 Km/h) e nel giorno in cui dovrà sostenere nuova Revisione.

Revisione scaduta e Assicurazione Auto: cosa succede in caso di incidente?

In caso di Revisione scaduta, la Compagnia assicurativa potrebbe esercitare in tutto o in parte il diritto di Rivalsa in caso di incidente, che porterebbe l’incauto automobilista a dover restituire le somme pagate nei confronti dei soggetti coinvolti nel sinistro.