Viaggiare in motoCon l’arrivo della bella stagione, anche i motociclisti iniziano a rispolverare le loro moto, preferendole all’automobile sia per la classica gita fuori porta, sia per il quotidiano tragitto casa-lavoro. Che l’utilizzo della due ruote dipenda da un fattore economico, da questioni affettive, oppure da comodità, un dato rimane comunque certo: chi sceglie la moto per raggiungere ogni giorno il posto di lavoro è sicuramente più felice rispetto a chi arriva in auto o con i mezzi pubblici. Non sono dei bikers ad affermarlo, ma una ricerca inglese commissionata da una nota compagnia assicurativa: sembra proprio che il viaggio in moto riduca lo stress e aiuti ad affrontare al meglio la giornata lavorativa.

Meno ansia e maggiore serenità

Chi arriva in moto sul posto di lavoro, infatti, avrebbe un livello di ansia decisamente inferiore rispetto ai colleghi che giungono con altri mezzi e sarebbe disposto ad affrontare più serenamente la giornata lavorativa.

Il contatto con l’aria aperta, una visione più ampia del percorso che li attende e anche il minor tempo di percorrenza rendono la giornata in ufficio più leggera, perlomeno all’inizio.

La disponibilità a risolvere le questioni lavorative che ogni giorno si presentano sarebbe infatti molto più alta tra chi usa quotidianamente la moto, rispetto ai colleghi che preferiscono l’automobile, oppure l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Preferire la moto per risparmiare tempo e preoccupazioni 

La scelta della moto come mezzo di trasporto è condizionata da molti fattori: il dato economico è solo uno di questi, seguito da molti altri elementi che sono in grado di rendere le due ruote particolarmente adatte a chi vuole evitare preoccupazioni ulteriori.

Rispetto a chi preferisce ogni giorno i mezzi pubblici, chi va in moto non dovrà fare i conti con gli altri pendolari, con l’attesa e magari con i ritardi.

Nel confronto con l’auto, invece, nonostante il rischio di maltempo, la moto vince di gran lunga per la minore difficoltà nella ricerca del parcheggio e per la possibilità di evitare più facilmente il traffico.

Tutte queste considerazioni aiutano quindi a capire perché nel Regno Unito e non solo, siano in aumento costante le polizze assicurative per moto e scooter.

Immagine presa da: www.viaggiareinmoto.com