Cosa effettivamente dice la Legge Bersani?

Nel 2007 fu approvata la legge Bersani sull’assicurazione auto, ma ancora oggi molte persone hanno difficoltà a capire quando e se poterla usare. Per questo abbiamo deciso di affrontare questo argomento: affinché ci sia trasparenza su questa legge per capire bene quali sono le condizioni per poterne usufruire.

Cominciamo col dire che la legge Bersani permette di assicurare un ulteriore veicolo nuovo o usato prendendo la classe di merito CU di un veicolo già nostro o di un familiare convivente. Citiamo adesso alcuni esempi dove la legge può essere applicata:

  • Si può ereditare la classe da di merito di un veicolo di un parente di primo grado purché convivente;
  • È possibile assicurare il secondo veicolo con una compagnia diversa da quella del parente;
  • La classe può essere trasmessa solo tra veicoli della stessa categoria: auto-auto, moto-moto;
  • Il veicolo che cede la classe di merito deve essere assicurato.

Ci sono alcuni casi in cui la legge Bersani non può essere applicata:

  • Non può essere presa la classe di merito da una qualsiasi azienda: la legge infatti si applica solo alle persone fisiche;
  • Nel caso di parenti di primo grado che non fanno più parte del nucleo familiare, come ad es. i figli sposati che non possono usufruire della classe dei genitori;
  • Nel caso di attestato di rischio scaduto da oltre 5 anni;
  • Nel caso in cui l’auto sia stata già precedentemente assicurata dallo stesso proprietario.

I documenti, nella maggior parte dei casi, necessari sono: Stato di famiglia, Certificato di Proprietà o Libretto dell’auto e Attestato di Rischio. Nel caso in cui abbiate le carte in regola secondo queste specifiche potete tranquillamente usufruire di una classe di merito più vantaggiosa per voi, andando anche a risparmiare sul prezzo dell’RCA.

immagine: presa da http://autoeassicurazioni.it/tag/rc-auto/
Questa voce è stata pubblicata in Assicurazione Auto, Assicurazione Moto, Assicurazioni On Line, Risparmio e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading ... Loading ...